“Le trasmissioni riprenderanno il prima possibile”: SAEF a sostegno della cultura come elemento di ripresa.

“Le trasmissioni riprenderanno il prima possibile”: SAEF a sostegno della cultura come elemento di ripresa.

Contenuto:

Richiedi informazioni

Ci sarà anche SAEF fra i sostenitori di “Le trasmissioni riprenderanno il prima possibile” mostra dell’eclettico artista Fabio Weik, curata da Valentina Bizzotto e promossa dallo Studio 40 di Nicola Falappi. Dopo avere conosciuto e apprezzato ormai da anni le capacità artistiche e l’intuito di Nicola Falappi, SAEF è stata attirata anche dal titolo dell’evento e dalla necessità, considerata da sempre un must, di ricominciare dalla cultura, dopo così tanto tempo di vuoto e silenzi.

SAEF fa coincidere questo sostegno anche con un evento importante per la storia societaria: il 12 giugno, infatti, il giorno dopo l’inaugurazione della mostra, cadranno i 25 anni di vita della società che ha coniato il claim “cultura e crescita” per identificare i propri valori, riuniti in una vision moderna.

E SAEF è accanto a prestigiosi brand che hanno sostenuto l’iniziativa culturale che si terrà a Brescia città (negli spazi della società Ferro Bulloni, in via XX Settembre dall’11 al 30 giugno): da Australian a Dabrazzi, da G&B a Situ Eventi.

Weik, d’altra parte, è artista noto per le sue interpretazioni del presente in forma “disruptive” ovvero scioccante e distruttiva. E il presente interpretato è unico nella storia recente: quello del distanziamento sociale e della pausa forzata legata alla pandemia che abbiamo vissuto e stiamo vivendo. Ma le opere non saranno “generali” bensì inedite e collegate a filo doppio con la città di Brescia. Sarà quindi un mix fra lavori inediti, installazioni e opere iconiche dell’artista milanese.

I lavori in mostra faranno riflettere sulla confusione mediatica della pandemia, sul fermo totale dell’arte, sul disorientamento di fronte alla chiusura dei luoghi di aggregazione, non senza espliciti riferimenti al contesto bresciano, attraverso l’arte.

Suggestiva anche la location: ad accogliere le opere, come detto, saranno le cinque vetrine della fabbrica Ferro Bulloni che si affacciano su Piazza della Repubblica, nel cuore della città e nei pressi della stazione, da sempre zona di frontiera e di passaggio, scelta appositamente per ospitare l’evento. Un simbolismo evidente anche nella volontà di recuperare ai fini artistici un luogo intriso di storia, valori e socialità.

Una collaborazione, quella fra SAEF e Studio 40, che ritorna in campo dopo essersi consolidata negli anni durante le ultime edizioni di PassionÈImpresa, promosse e organizzate da SAEF con la direzione artistica di Nicola Falappi. Un’intesa mai interrotta, neppure in questi lunghi mesi di pandemia, durante i quali SAEF non ha mai smesso di fare e promuovere la cultura in tutte le sue forme: classica, moderna, umanistica e scientifica. Ma ora l’occasione è ghiotta per ribadire, attraverso il sostegno anche a questa mostra, quello in cui maggiormente crede SAEF: ripartire dalla cultura perché solo quella genera innovazione e spinge l’uomo verso lidi insoliti, ma straordinariamente creativi e allettanti.

INFORMAZIONI 
Società Ferro Bulloni,
via XX Settembre n.2,
Brescia
 
Orari di apertura
Tutti i giorni dalle ore 11:00 alle ore 19:00
dall'11 al 30 giugno. 
E' consigliato prenotare la propria visita via whatsApp al numero: 3441393131
o scrivendo alla mail: INFO@FABIOWEIK.COM
 
Modalità di accesso
In ottemperanza alle misure per il contenimento del rischio da contagio Covid-19 gli ingressi alla mostra saranno contingentati. All’ingresso sarà rilevata la temperatura corporea e verrà registrata ogni persona. E’ obbligatorio utilizzare il disinfettante mani fornito all’entrata ed indossare la mascherina in tutta l’area espositiva.

 

Press Office STUDIO JITI PR&COMMUNICATION

JOELLE@STUDIOJITI.COM

www.studiojiti.com

m +39 3280228906

Torna alla home

iso 9001audit energeticoinnex hubquestiobaqfondo professionifondazione brescia musei