Occupazione: lavorano sempre meno donne e crolla la percentuale di stabilizzazione

Rimane un forte divario, in Italia, fra occupazione maschile e femminile.

Mentre quella maschile rappresenta il 67 per cento, quella femminile non supera il 49,3 per cento. E i disoccupati giovani crescono sempre di più, facendo addirittura registrare il dato minimo dal 2011.

A dirlo è un’indagine Eurostat, che traccia il quadro dell’occupazione attuale del nostro Paese: a gennaio del 2018 si è registrato un tasso di disoccupazione dell’11.1 per cento, molto più elevato di quello medio dell’area Euro, che si attesta all’8.6 per cento.

In termini assoluti significa che c’è un piccolo miglioramento (25 mila lavoratori in più) rispetto all’ultimo mese del 2017. A preoccupare, come detto, è proprio il tasso di occupazione femminile: quel 49.3 per cento è un tasso record al negativo per il nostro Paese, significa che l’occupazione “in rosa” non è mai stata così bassa.

Guardando al quadro annuale in 12 mesi qualche luce si accende: 106 mila ragazzi sotto i 25 anni in più inseriti nel mondo del lavoro, 347 mila dipendenti in più indipendentemente dall’età. Ma il problema rimane quello della stabilizzazioni: mentre con gli incentivi del 2015 a pieno regime la percentuale era di 42 lavoratori su 100 che venivano stabilizzati, ora questa percentuale è scesa a un preoccupante 23 per cento.

(Fonte: EUROSTAT)

Data di pubblicazione: 13/03/2018

Torna alle news

iso 9001World Certification Services Ltd - ISO 9001fondo professioniFondo Paritetico Interprofessionale NazionaleL'avviso 02/18 finanzia la partecipazione ad attività formative a catalogo accreditate per un importo complessivo di € 1.000.000,00 (unmilione/00). Ogni Studio/Azienda può partecipare a più di un’attività formativa individuale a catalogo, per un contributo pari all’ 80% dell’imponibile I.V.A. di ogni singola iniziativa, fino ad un valore complessivo massimo di € 1.500,00 (millecinquecento/00) di contributo.questioQuestio 2016baqBollino blu per le imprese che fanno alternanza scuola lavoro