Mini Bond, Private Debt e Crowdfunding: in Italia è boom per la finanza alternativa

Nell’ultimo anno si è assistito ad una crescita esponenziale delle forme di finanziamento alternative al sistema bancario, trainata soprattutto dagli strumenti rivolti alle PMI

La finanza alternativa in Italia cresce a doppia cifra. A dirlo è uno studio di Deloitte Alternative Lender Deal Tracker, che specifica come il settore, nel nostro Paese, sia lievitato in un anno del 22 per cento! A trainare questa crescita è soprattutto l’emissione dello strumento dei Mini Bond, che nell’ultimo quinquennio ha visto crescere il valore nominale fino a sfiorare i 17 miliardi di euro, 2.9 dei quali come emissioni delle piccole e medie imprese.

Stesso trend per i private debt, i fondi dedicati al capitale di debito, che hanno visto nel primo semestre 2018 una raccolta di 141 milioni di euro, portando il valore assoluto di questo strumento dalla sua genesi (ovvero dal 2013) a 1.9 miliardi di euro.

Ma a crescere è anche lo strumento del crowdfunding, in tutte le sue sfaccettature, rivolto alle PMI e alle start up. Basti pensare che lo strumento classico ha raccolto ben 249 milioni di euro e che soltanto nell’ultimo anno sono stati raccolti ben 153 milioni di euro.

L’equity crowdfunding ad esempio (la formula che prevede che l’investitore diventi a tutti gli effetti socio dell’impresa), ha superato 33 milioni di euro, di cui oltre 20 soltanto nell’ultimo anno, mentre il lending crowdfunding (prestito con modalità di rimborso e remunerazione del capitale attraverso un tasso di interesse) ha raccolto ben 216,9 milioni di euro (132 solo nell’ultimo anno di cui 44 a favore delle imprese).    

(Fonte: Sole 24 Ore) 

Data di pubblicazione: 05/11/2018

Torna alle news

iso 9001World Certification Services Ltd - ISO 9001fondo professioniFondo Paritetico Interprofessionale NazionaleL'avviso 02/18 finanzia la partecipazione ad attività formative a catalogo accreditate per un importo complessivo di € 1.000.000,00 (unmilione/00). Ogni Studio/Azienda può partecipare a più di un’attività formativa individuale a catalogo, per un contributo pari all’ 80% dell’imponibile I.V.A. di ogni singola iniziativa, fino ad un valore complessivo massimo di € 1.500,00 (millecinquecento/00) di contributo.questioQuestio 2016baqBollino blu per le imprese che fanno alternanza scuola lavoro