bando inail

Bando Isi Inail ASSE 3: Beneficiari, interventi e spese ammesse

I fondi messi a disposizione attraverso il Bando Isi Inail sono suddivisi in cinque assi di finanziamento, questo è il terzo.

Sono ammesse tutte le imprese escluse le sole imprese agricole. Gli interventi e le spese ammesse:

Spese per interventi di bonifica da Materiali Contenenti Amianto: unicamente quelli relativi alla rimozione con successivo trasporto e smaltimento, anche previo trattamento in impianto autorizzato, in discarica autorizzata. Sono ammissibili a finanziamento:

  1. le spese di progetto;
  2. le spese tecniche e assimilabili.

L'importo totale del progetto, dato dalla somma delle spese A e B, è finanziabile nella misura del 65% sempreché sia compreso tra il contributo minimo erogabile di euro 5.000,00 e il contributo massimo erogabile di euro 130.000,00.

Le spese tecniche e assimilabili sono finanziabili entro la percentuale massima del 10% rispetto ai costi di cui al precedente punto A, con un importo massimo complessivo di euro 10.000,00.

Ferme restando le condizioni di cui sopra, l'importo massimo concedibile per la perizia giurata è pari a euro 1.200,00.

Spese di progetto ammesse:

Sono "spese di progetto" tutte le spese direttamente necessarie all'intervento, nonché quelle accessorie o strumentali funzionali alla sua realizzazione e indispensabili per la sua completezza, comprese, solo nel caso della rimozione di coperture in MCA, anche quelle relative al rifacimento delle stesse.

Per i progetti riguardanti la rimozione di coperture in MCA valgono le condizioni di seguito specificate. È ammissibile a finanziamento il rifacimento del manto di copertura e degli elementi ad esso accessori quali le lattonerie (scossaline) e i canali di gronda nei limiti definiti ai successivi punti b) e d).

Non sono finanziabili le spese relative al rifacimento/consolidamento delle strutture di sostegno della copertura e al rifacimento degli elementi strutturali del tetto, delle orditure, dei solai, delle travature e i costi di nuovi elementi tecnologici integrati, di pannelli solari o moduli fotovoltaici.

Non sono inoltre finanziabili l'acquisto e installazione di ancoraggi fissati permanentemente. Le spese di progetto relative alla rimozione e al rifacimento della copertura possono essere computate nella misura massima di 60 €/mq così determinata:

  • valore limite di 30 €/mq per i lavori di bonifica incluso il trasporto e lo smaltimento dei rifiuti contenenti amianto prodotti;
  • valore limite di 30 €/mq per il rifacimento della copertura (acquisto e posa in opera della copertura sostitutiva e degli elementi edili ad essa accessori);

Qualora, oltre alla copertura, sia presente una sottocopertura in MCA, potranno essere aggiunte:

  • alle spese di cui al punto a) le spese di bonifica della sottocopertura con un valore limite di 20 €/mq;
  • alle spese di cui al punto b) quelle di rifacimento della sottocopertura con un valore limite di 10 €/mq. In questo caso le spese complessive computabili possono raggiungere i 90 €/mq;

Le spese di cui ai punti a), b), c), d) devono comprendere anche le spese edili accessorie (allestimento del cantiere, apprestamenti, opere provvisionali, ecc.), quelle per la sicurezza per l'esecuzione dei lavori e quelle per la predisposizione e la presentazione all'organo di vigilanza del Piano di lavoro ai sensi dell'art. 256 del d.lgs. 81/2008.

Le superfici computate per il calcolo delle spese di rifacimento della copertura e della sottocopertura non possono eccedere quelle computate per il calcolo delle spese di bonifica rispettivamente della copertura e della sottocopertura. La rimozione di copertura in MCA è ammissibile a finanziamento anche se preliminare alla demolizione dell'edificio e al rifacimento nel medesimo sito, di un nuovo edificio destinato allo svolgimento delle medesime attività produttive da parte dell'impresa richiedente. Anche in questo caso le superfici computate ai fini del calcolo del rifacimento della copertura non possono eccedere quelle computate per il calcolo delle spese di bonifica.

Per amianto si intendono i seguenti silicati fibrosi di cui all'art. 247 del d.lgs. 81/2008:

  • actinolite d'amianto, n. CAS 77536-66-4;
  • grunerite d'amianto (amosite), n. CAS 12172-73-5;
  • antofillite d'amianto, n. CAS 77536-67-5;
  • crisotilo, n. CAS 12001-29-5;
  • crocidolite, n. CAS 12001-28-4;
  • tremolite d'amianto, n. CAS 77536-68-6.

Spese tecniche ammesse:

Max 10% (max 10.000 euro) delle spese A.

  • La redazione della perizia giurata (l'importo massimo concedibile per la perizia giurata è pari a 1.200 euro.);
  • la produzione di progetti ed elaborati a firma di tecnici abilitati;
  • la direzione lavori e il coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione;
  • la produzione di ogni documentazione o certificazione, riguardante l'intervento, richiesta dalla normativa (certificazioni di prova, di verifica, di regolare esecuzione o collaudo, di prevenzione incendi, acustiche, ecc.);
  • le denunce di messa in servizio di impianti (messa a terra e relative verifiche, protezione da scariche atmosferiche, ecc.);
  • le relazioni e dichiarazioni asseverate ove richieste dalla normativa (su barriere architettoniche, classificazione degli ambienti con pericolo di esplosione, ecc.);
  • la corresponsione di oneri previsti per il rilascio di autorizzazioni o nulla osta da parte di enti e amministrazioni preposte.

Bando Inail Asse di finanziamento 1
Bando Inail Asse di finanziamento 2
Bando Inail Asse di finanziamento 4
Bando Inail Asse di finanziamento 5

Torna alle guide

iso 9001World Certification Services Ltd - ISO 9001fondo professioniFondo Paritetico Interprofessionale NazionalequestioQuestio 2016baqBollino blu per le imprese che fanno alternanza scuola lavoro