PMI della filiera turistica

Agevolazione Growing
Richiedi informazioni

Det. CCIAA BS 86/pro/2018

Agevolarating:

Fondi disponibiliModulisticaEntità agevolazioniProcedura

Contributo del 50% fino ad euro 2.500,00.

Spesa minima euro 3.000,00; spesa massima euro 5.000,00. Premialità aggiuntiva fino ad euro 500,00 per aziende in possesso del rating di legalità.

Beneficiari sono le micro e PMI bresciane appartenenti ai seguenti codici Ateco:

  • 55 alloggio;
  • 56 attività di servizi di ristorazione;
  • 79 attività dei servizi delle agenzie di viaggio, dei tour operator e servizi di prenotazione e attività connesse.

Requisiti dei beneficiari:

  • rientrino nei criteri comunitari di definizione di micro e PMI, nei limiti dimensionali stabiliti per settore economico di appartenenza:
    -con numero di dipendenti non superiore a 200, per le imprese industriali, e per le cooperative sociali O.N.L.U.S. attive nel settore servizi (di cui alla legge della Regione Lombardia 21/2003), con fatturato annuale non superiore a EURO 40 milioni;
    -piccole e medie imprese commerciali, turistiche, agricole, con numero dipendenti non superiore a 40;
    -se imprese artigiane, con fatturato annuale non superiore a euro 7 milioni;
  • abbiano sede legale e/o operativa in provincia di Brescia;
  • siano in possesso, ove previsto, della qualifica artigiana;
  • siano in regola con i contributi dovuti agli enti previdenziali e con il pagamento del diritto annuale camerale.

Il massimale annuale dei contributi camerali richiesti e concedibili ad ogni impresa bresciana, previsti dai bandi di concorso attivati per il 2018, è pari ad euro 20.000,00.

Investimenti ammessi: investimenti a supporto della digitalizzazione delle imprese della filiera turistico-ricettiva in strumentazioni hardware, software, accesso o acquisto di software e pacchetti informatici, nonchè investimenti in comunicazione specificatamente o primariamente rivolti alla comunicazione on line e/o funzionali alla presenza dei soggetti beneficiari sui canali informatici.

Spese ammesse.

Spese effettuate, fatturate e pagate dal 01/01/2018 al 31/12/2018 per i seguenti interventi:

  1. acquisizione di infrastrutture informatiche, dotazioni telematiche, software gestionali, sistemi ERP, soluzioni a supporto della fatturazione elettronica, sistemi di business intelligence e business analytics, sistemi Crm, gestione delle pagine web/social, sistemi di cassa evoluti, sistema gestione comande, software di acquisizione documentale, digital signage, tra cui quelle adeguate alla partecipazione attiva all'Ecosistema Digitale Turistico (EDT), compresi gli adeguamenti necessari all'adesione delle imprese ai protocolli informatici dell'EDT (ad es. PC, adeguamento dei database allo standard informativo regionale E015, ecc.);
  2. acquisizione e sviluppo di nuovi contenuti finalizzati al miglioramento della presenza dell'impresa sui canali web e social (ad es. immagini, video, storytelling, ecc.);
  3. acquisto di servizi di comunicazione e di promozione finalizzati alla presenza telematica dell'impresa ovvero all'integrazione, al completamento o al miglioramento qualitativo di tale presenza (ad es. attivazione di SEM, SEO e social media marketing). Tali spese sono ammissibili nella misura massima del 50% dell'importo totale;
  4. spese per consulenza relativa alla presenza telematica dell'impresa e/o diretta a rafforzare la digitalizzazione dell'impresa. Tali spese sono ammissibili nella misura massima del 30% dell'importo totale.

Termini di presentazione: dal 08/01/2019 al 15/01/2019.

Riferimento di legge: Det. CCIAA BS 86/pro/2018Scadenza: 15-01-2019Note scadenza: Domande 08/01/2019-15/01/2019Documenti allegati (registrati per vederli): Info Det. CCIAA BS 86_pro_2018 PMI filiera turistica.zip 1564_filiera turistica.zip

Torna alle agevolazioni

iso 9001World Certification Services Ltd - ISO 9001fondo professioniFondo Paritetico Interprofessionale NazionaleL'avviso 02/18 finanzia la partecipazione ad attività formative a catalogo accreditate per un importo complessivo di € 1.000.000,00 (unmilione/00). Ogni Studio/Azienda può partecipare a più di un’attività formativa individuale a catalogo, per un contributo pari all’ 80% dell’imponibile I.V.A. di ogni singola iniziativa, fino ad un valore complessivo massimo di € 1.500,00 (millecinquecento/00) di contributo.questioQuestio 2016baqBollino blu per le imprese che fanno alternanza scuola lavoro