Agevolazione Growing

Bonus mobili ed elettrodomestici

D.L. 63/2013 art. 16 comma 2

Detrazione del 50% su un importo massimo di euro 10.000,00.

Possono beneficiare della detrazione tutti i contribuenti assoggettati all’Irpef, oltre ai titolari di diritti reali/personali di godimento sugli immobili oggetto degli interventi e che ne sostengono le spese.

L’agevolazione potrà essere richiesta solo da chi realizza (e beneficia della relativa detrazione) un intervento di ristrutturazione edilizia a partire dal 01/01/2017, sia su singole unità immobiliari residenziali sia su parti comuni di edifici residenziali.
Quando si effettua un intervento sulle parti condominiali, i condomini hanno diritto alla detrazione, ciascuno per la propria quota, solo per i beni acquistati e destinati ad arredare queste parti.
Per ottenere il bonus è necessario che la data dell’inizio dei lavori di ristrutturazione preceda quella in cui si acquistano i beni.

Per la detrazione sono necessari i seguenti interventi edilizi:

  • manutenzione, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia su singoli appartamenti;
  • ricostruzione o ripristino di un immobile danneggiato da eventi calamitosi;
  • restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia, riguardanti interi fabbricati, eseguiti da imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare e da cooperative edilizie che entro 18 mesi dal termine dei lavori vendono o assegnano l’immobile;
  • manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia su parti comuni di edifici residenziali.

La detrazione spetta per l’acquisto di:

  • mobili nuovi (escluse porte, pavimentazioni, tendaggi e altri complementi d’arredo);
  • grandi elettrodomestici nuovi di classe energetica non inferiore alla A+ (A per i forni), ad es. frigoriferi, congelatori, lavatrici, asciugatrici.

Possono essere incluse le spese di trasporto e montaggio dei beni. L’acquisto di mobili o di grandi elettrodomestici è agevolabile anche se i beni sono destinati ad arredare un ambiente diverso dello stesso immobile oggetto di intervento edilizio.

Termini di presentazione: nell’anno successivo a quello in cui vengono effettuati gli acquisti.

 

Riepilogo

Riferimento di legge: D.L. 63/2013 art. 16 comma 2Scadenza: 31-12-2018Note scadenza: domanda anno successivo acquistiDocumenti allegati (registrati per vederli): Info D.L. 63_2013, art. 16, comma 2 bonus mobili ed elettrodomestici.zip articolo+1+comma+3+legge+bilancio+2018.zip

Torna alle agevolazioni

iso 9001World Certification Services Ltd - ISO 9001fondo professioniFondo Paritetico Interprofessionale NazionalequestioQuestio 2016